Tempi e Spazi
Laboratorio
sugli SPAZI


sei in Tempi e Spazi  Spazi  Luoghi d'attesa  Home

Luoghi d'attesa: la cura dei dettagli

La terrazza Nella buona stagione, ma anche quando non piove o non fa tanto freddo, la terrazza che collega il Padiglione centrale al Padiglione C. Cocchi dell'Ospedale Pediatrico Anna Meyer di Firenze, viene usata come spazio di attesa dai familiari dei bambini che sono "sotto i ferri", cioè nella sala operatoria. In alternativa all'anonimo corridoio( manca un luogo che protegga l'attesa), questo spazio aperto, pur nella sua estrema bruttezza, offre l'ombra di alcuni alberi. Su queste nuvole verdi a portata di mano si può posare o perdere il proprio sguardo, i propri pensieri, ansie, paure. Emozioni che costellano questo tempo indicibile dell'attesa.

Le ipotesi per rendere più dignitoso e vivibile questo spazio tengono in considerazione il futuro trasferimento e quindi riprogettazione integrale del Meyer in altra zona della città. Anche per questo quindi ho cercato soluzioni "povere". Questa scelta però riflette una ricerca più generale: si può dare bellezza e un concreto benessere - individuale e collettivo - realizzando gli spazi anche con "poco"? In questo nostro tempo storico questa è una bella e difficile sfida.

Le proposte