Tempi e Spazi
Laboratorio
sugli SPAZI


sei in Tempi e Spazi  Spazi  Uno spazio per la salute  Home

Una ipotesi di spazio per la salute globale delle donne

Il progetto ha individuato e integrato fra loro sostanzialmente quattro aspetti, che costituiscono le basi su cui si dipana, caratterizza e determina ogni esistenza:

  1. la nascita ed il parto;
  2. i primi passi nella conoscenza di sé e del mondo;
  3. la cura e il benessere del corpo e dell'anima;
  4. l'incontro, la relazione, la socialità.

Nella realtà questi aspetti sono normalmente organizzati, e di conseguenza vissuti come separati. Anzi spesso ogni aspetto si articola e frammenta ulteriormente per la ossessiva, ma non sempre oggettiva, esigenza di renderlo sempre più specialistico. Il più delle volte questo si traduce in tutta una serie di spazi, edifici e strutture differenziate, sparse nella città, in ognuna delle quali mettiamo piccoli pezzetti di esistenza, di corpo, di anima.

Progetto del complesso

Il complesso si articola sostanzialmente in cinque 'contenitori' variamente articolati e caratterizzati dove la specificità delle varie funzioni e attività non interrompe la continuità dell'esperienza. Ognuno accoglie un progetto di vita e di mondo che soprattutto le donne stanno mettendo in atto, pur se frammentariamente in diverse realtà:


  • la Casa per il parto e la nascita naturale;
  • gli spazi per il benessere del corpo e dell'anima dove si praticano terapie che ruotano su una visione olistica dell'essere umano che è un tutto e parte di tutto;
  • gli spazi dei bambini dove ogni dettaglio contribuisce a valorizzare questo primo tempo della vita;
  • lo spazio per incontrarsi dove c'è anche il necessario per prepararsi e godersi una tazza di caffé da sole/i o in compagnia;
  • lo spazio per la ricerca, la formazione e l'informazione relativa al parto/nascita, all'educazione dei bambini/e, alla cura e promozione della salute di uomini e donne, grandi e piccoli.

Gli spazi esterni con i loro giardini, frutteti, orti, vasche per la coltura di piante acquatiche e pesci, richiamano sempre quelli interni e viceversa. E non soltanto perché la comunicazione tra loro é frequente e possibile in più parti, ma soprattutto perché ambedue ruotano, richiamandolo costantemente, sul percorso circolare della trasformazione che segna tutta l'esistenza umana e dove possiamo ritrovare il nesso che lega ogni istante passato a quello presente in cui prepariamo il tempo futuro.

Scheda a cura di Fanny Di Cara, settembre 1997
Una ipotesi di spazio per la salute golobale delle donne

Su questa esperienza sono disponibili anche le seguenti schede nell' Archivio Dinamico:

La casa del parto in ospedale

Cura di sè e spazi per la cura