Tempi e Spazi
Laboratorio
sugli SPAZI


sei in Tempi e Spazi  Spazi  Sguardi di scrittrici sulla città

Sguardi di scrittrici sulla città

Letture a cura del Giardino dei Ciliegi nell'ambito degli incontri organizzati dalla Libera Università Ipazia e dal Giardino dei Ciliegi sul tema "Spazi urbani fra emozioni, dispositivi di sicurezza e (im)possibilità di autogoverno"

Ancora sguardi di scrittrici sulla città, da Pinocchio, burattino senza fili rivisitato da Jarmila Očkayová, a Emecheta Buchi che, in Cittadina di seconda classe, ci accompagna in una Londra del dopoguerra piena di pregiudizi razziali. Cristina ali Farah offre un quadro della comunità somala a Roma in Madre piccola, mentre Federica Sossi ci racconta, con Migrare. Spazi di confinamento e strategie di resistenza, il quotidiano a Milano, dopo l'11 settembre, fra discriminazioni e sospetti. Infine ancora Roma al centro della poesia di Patrizia Cavalli (Aria pulita) che porta a riflettere sulla bellezza, nonostante tutto, delle piazze dove "la mente sosta insieme al corpo".

Albero della casa

A cura di

Clotilde Barbarulli, Mara Baronti, Anna Biffoli, Sandra Cammelli, Silvia Porto

Giardino dei Ciliegi
Maggio 2008